Obbligazioni – L’età dei rinvii - 13/02/2019

 Nel parlato popolare si dice che il tempo mette a posto ogni cosa. In finanza esiste il concetto di “time value” che esprime per altri versi quanto valga comprare tempo non fosse che per ampliare la probabilità che qualcosa (di favorevole) possa succedere. Compra tempo Trump pronto a spostare di un mese la scadenza per l’introduzione dei dazi sui prodotti cinesi e facilitare così l’evolversi dei negoziati, compra tempo May chiedendo di spostare la data ultima per la ricerca di un nuovo accordo sulla Brexit e allontanare la prospettiva di un’uscita senza deal, compra tempo il Governo Conte sul tema incandescente della Tav, e gli esempi potrebbero continuare. In sostanza, comprano tempo i mercati e il time value si sposta nei listini di borsa che prendono di nuovo a veleggiare verso l’alto, il che ha senso. Arriverà infatti il momento che i rinvii sine die dovranno trovare una soluzione, ma nel calcolo delle probabilità entreranno sicuramente nuovi elementi che al momento non possono essere fattorizzati. Sui mercati obbligazionari, in genere più lenti e pigri nei movimenti se non di fronte a eventi traumatizzanti, si assiste inevitabilmente ad un movimento a pendolo di riflesso a quanto accade nei listini di borsa. Il T-bond risale di qualche centesimo e si riporta verso, pur restando ancora al di sotto, il 2,70% mantenendo la pendenza della curva incollata a 18 centesimi tra i due e dieci anni, tutto ciò a fronte di un dollaro che si ammorbidisce e dopo aver sfiorato 1,1250 nella sessione di ieri e ritorna sopra 1,13. In Europa, lo spartito non mostra note molto diverse. A parte le “stecche” occasionali del Btp, la musica è simile. L’apertura vede il quadro delle chiusure sostanzialmente invariato non fosse per il Bonos spagnolo che accusa in qualche misura lo scenario delle elezioni anticipate, dando per scontata la caduta del Governo nella giornata odierna

Di seguito operativita´consigliata per vari strumenti.

Alla pagina  OP. CONCLUSE

https://www.trading01.com/441160804 

dettaglio di tutti gli eseguiti aggiornati in tempo reale.

FBTP - Futures BTP

Short in intervallo fra 129,00 e 130,00. Consigliati 5 in gressi short distribuiti fra 129,00 e 129,60. Stop loss 130,20. Resistenza a 129,80 (triplo max) e 130,00 (livello soglia psicologica)

Indice Mib

Si consiglia operativita´tramite FMIB o MINI - FMIB.

Long con SL a 19.100 (inizio trading discendente)

BTP

Per chi cerca rendimento cedolare tratto curva 5Y - 7Y presenta un rendimento superiore allo stesso tratto rispetto rendimento di 12 mesi precedenti.
Per Trading: consigliato tratto 20 Y che rimane molto reattivo rispetto FBTP.

Tratto 30Y - 50Y per scelta long di portafoglio medio periodo (almeno 6 mesi)